Ripartita la Brussels Express dal Terminal Lsct

Tempo di lettura: < 1 minuto

LA SPEZIA – E’ ripartita dal terminal Contship (Lsct) la “Brussels Express” da 15.000 Teus  prima grande nave portacontainer al mondo ad essere stata convertita alla propulsione a gas.

La nave della Compagnia Hapag-Lloyd è ripartita, curata dall’Agenzia marittima Saimare diretta alla Spezia da Sergio Landolfi, dopo aver lasciato in dote al Porto della Spezia una movimentazione in import e in export, da venti e da quaranta piedi, di oltre tremila container, 3.042 per la precisione.

Un numero rilevante di container che sono stati lavorati nei tempi prestabiliti confermando l’efficienza dell’organizzazione portuale spezzina.

Ricordiamo anche che la “Brussels Express” ha inaugurato l’applicazione dell’ordinanza del Comandante della Capitaneria di Porto Alberto Battaglini che regolamenta la sosta delle navi di nuova generazione a GNL superando i provvedimenti autorizzativi del caso per caso, come aveva spiegato Giorgia Bucchioni Presidente dell’Associazione Agenti Marittimi del Porto della Spezia.

Altre navi comunque di diversa portata sono alle banchine del terminal Lsct che ha abbondantemente superato quota 900mila container prospettando il superamento a fine anno della soglia emblematica del milione di Teus.

Ora si attende,  tra domani e venerdì un’altra grande portacontainer, la MSC Kayley, assistita dall’Agenzia marittima Le Navi diretta da Gianluca Galazzo, anch’essa alimentata a GNL, che, come abbiamo già rilevato, sarà la prima di una serie sempre più consistente di portacontainer alimentate a gas della compagnia italo-svizzera”.

Ricordiamo che il GNL fossile è attualmente ritenuto il combustibile più promettente sulla strada verso le emissioni zero. 
 

Condividi :

Altri Articoli :

Iscriviti alla nostra newsletter