La terza giornata della Naples Shipping Week dedicata soprattutto alla storia marittima e ai giovani nella blu economy

Tempo di lettura: 3 minuti

Napoli – Nella seconda giornata della Naples Shipping Week sono saliti sul podio. come ricordato ieri, i seminari tecnici con gli Ordini e le Associazioni professionali insieme alla storia marittima.

Al convegno Codice della Navigazione: riflessioni e nuove rotte, organizzato dal Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera, dopo i saluti dell’Ammiraglio Ispettore (CP) Pietro Vella, Direttore Marittimo della Campania, si è approfondito l’importanza di questo strumento a ottant’anni dalla sua entrata in vigore conil prof. Andrea La Mattina dell’Università degli Studi Di Napoli Federico II e il prof Silvio Magnosi dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope.

Al pomeriggio, a Procida, si è svolta nella sede dell’Istituto Superiore Statale “Caracciolo-Da Procida” la premiazione degli studenti meritevoli.

Subito dopo si è passati al convegno Dinastie imprenditoriali del mare. Dalla vela al petrolio, al carburante verde organizzato dal Comune di Procida, l’Istituto e ISMed-CNR. L’ evento, che rientra negli Incontri di Storia Marittima di cui è responsabile Raffaella Salvemini (Cnr –ISMed) si è concentrato sulle dinastie imprenditoriali del mare, sugli armatori che a partire dal Settecento operarono negli Stati italiani, assumendo posizioni di rilievo nella circolazione di beni e servizi tanto da condizionare l’indirizzo politico-economico dei vari governi.

Oggi, mercoledì 28, la giornata è dedicata ai giovani e agli studenti con il coinvolgimento delle Università.

In ordine si è passati da Villa Doria d’Angri sed del convegno Shipping, ports and climate change. The need for best practices organizzato dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope” e dal Polo dello Shipping dove si è svolto l’incontro Il sistema portuale maggiore della somma dei singoli porti organizzato da The International Propeller Club – Porf of Salerno con il patrocinio dell’AdSP del Mar Tirreno Centrale che offrirà una nuova visione del sistema dei porti quale opportunità di sviluppo economico per il Made in Italy.

Sempre in mattinata in Sala D’Amato dell’Unione Industriali Napoli si è svolto il convegno Le Zone Economiche Speciali: il valore aggiunto che uno strumento di sviluppo può dare al territorio organizzato da AdSP del Mar Tirreno Centrale, in collaborazione con il The International Propeller Clubs – Port of Naples e SRM.

Oggi dalle 15, con le Università del Mare si darà vita a FEDE MARE: Federico II incontra Shipping Week – ricerca, formazione e public engagement per il mare, nell’Aula Piovani del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università Federico II mentre sempre dalle 15, nell’Aula Magna dell’Università di Napoli Parthenope si svolgerà il convegno The Blue Heritage of Santo Stefano promosso dal Commissario Straordinario del Governo per il recupero e la valorizzazione dell’ex carcere borbonico dell’isola di Santo Stefano-Ventotene ed Invitalia in partnership con le Università Parthenope, di Cassino e e del Sannio, Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli e CoNISMa Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare dedicato al progetto di recupero dell’ex carcere di Santo Stefano.

La Sala dei Baroni del Maschio Angioino farà invece da sfondo a ΘΆΛΑΤΤΑ ΘΆΛΑΤΤΑ: Napoli e la sua lunga storia Napoli con il Mare – Opportunità di crescita per le giovani generazioni, un momento d’incontro con i giovani organizzato da Angela Procaccini e dal Comune di Napoli – Assessorato al Lavoro e alle Politiche giovanili e Assessorato al Mare sulle possibilità lavorative che essi possono avere nell’economia del mare.  Interverranno, Antonio Garofalo, Rettore Eletto dell’Università di Napoli Parthenope”, Fabrizio Monticelli CEO di “Formare- Polo Nazionale per lo Shipping”,  Nicola Principe, Direttore del personale “Grimaldi Group” e  Giulia Divulsi – Fleet Hotel HR Pre-boarding Training Specialist “Costa Crociere”.

Gli ultimi appuntamenti saranno con la Mostra “La sirena Parthenope” di Felice Meo con l’esibizione della Banda della Nato e una performance artistica di Slobodanka Ciric dal titolo “La Sirena Parthenope: Cosmogonie-Terra, Mare, Natura. L’evoluzione è nel cambiamento nel Cortile del Maschio Angioino.

Condividi :

Altri Articoli :

Iscriviti alla nostra newsletter