Al Museo Navale le “case galleggianti”, navi scuola per bimbi e ragazzi in stato di disagio

Tempo di lettura: < 1 minuto

LA SPEZIA – Il Museo Tecnico Navale della Spezia propone una straordinaria mostra fotografica sulle Navi Asilo, della loro nascita, della loro sviluppo e della loro funzione.

L’Ammiraglio Leonardo Merlini, direttore del Museo, ha spiegato all’inaugurazione:  “Abbiamo pensato di realizzare qualcosa di nuovo per onorare questo legame con la città dopo aver chiuso la mostra su Domenico Chiodo che ha riscosso tanto successo”.

La mostra è allestita in “uno dei più antichi Musei navali, nato come esposizione di cimeli nel 1869. Diventato Museo Nazionale con Regio Decreto nel 1925- ha detto Merlini – Missione del Museo è quella di mantenere vive nel popolo italiano le tradizioni della marineria in generale e della Marina Militare in particolare”.

La mostra dedicata alle Navi Asilo si inserisce questa missione. Le Navi Asilo accolsero ragazzi e bambini in stato di disagio, quello stato che avrebbe potuto esporli a una vita segnata dalla delinquenza, ma anche condannarli a patire la fame e vivere di stenti. Nelle Navi Asilo e Scuola si apriva per loro una nuova possibilità, di crescita e sviluppo, con nuove prospettive di legalità e professionalità. Dalla fine dell’Ottocento le città navali più importanti d’Italia avevano una loro Nave Scuola, la loro casa galleggiante.

“Grazie per questo regalo alla città che spiega la storia di un progetto importante per l’epoca, ma che invita a riflettere anche guardando ad oggi – ha detto il sindaco Pierluigi Peracchini – perché e anche oggi, infatti, esistono ragazzi in difficoltà che sono abbandonati dalle Istituzioni e invece dobbiamo sempre più pensare a progetti di rieducazione e di speranza per il futuro di questi ragazzi e di tutta la comunità”.

Condividi :

Altri Articoli :

Iscriviti alla nostra newsletter