A Santa Teresa di Lerici la nuova sede dell’Istituto di vulcanologia (Ingv) che da Punta Pezzino si è trasferito all’Enea

Tempo di lettura: < 1 minuto

SANTA TERSA (LERICI) – E’ stata inaugurata la nuova sede dell’ Ingv (l’Istituto di vulcanologia) che, abbandonata Punta Pezzino sulla costa di Portovenere, fa parte ora del complesso del Centro ricerche ambiente marino Enea di Santa Teresa sulla costa di Lerici.

Qui, come si sa, opera anche l’Istituto di scienze marine del Cnr (Cnr Ismar) che, con l’Ingv arricchisce un importante polo scientifico e tecnologico dedicato allo studio del mare.

E’ stato peraltro rilevato che “condividendo spazi e laboratori nascono collaborazioni e si ottengono importanti risparmi mettendo in comune strutture e imbarcazioni. Inoltre viene automatico comprendere come sia utile avere una struttura unica in cui operino gli enti di ricerca del territorio che si occupano del mare”.

Si potenzia così la collaborazione tra enti di ricerca che ha all’attivo anche il recente progetto Smart bay con Enea, Cnr Ismar e Ingv, Comune di Lerici, Scuola di mare e  mitilicoltori, per far diventare la Baia di Santa Teresa, proprio sotto la collina dove c’è la sede dell’Enea, carbon neutral.

Da ricordare altre ricerche che messe a sistema potranno sviluppare i progetti sulle microplastiche marine e sull’osservazione dei fondali.

Condividi :

Altri Articoli :

Iscriviti alla nostra newsletter